Accedi/Registrati

La Biblioteca Franco Serantini

La Biblioteca, archivio e centro di documentazione di storia sociale e contemporanea, nasce a Pisa nel 1979 per ricordare la figura di Franco Serantini, morto in carcere il 7 maggio 1972 a seguito dei colpi ricevuti dalla polizia al momento dell'arresto, avvenuto mentre si opponeva a un comizio fascista.
Scopo principale del centro è quello di conservare e valorizzare la memoria del movimento anarchico e di quello operaio dalla nascita ai giorni nostri; dell'antifascismo e della Resistenza; delle “eresie politiche” di sinistra; delle organizzazioni di base e dei movimenti studenteschi sorti in Italia dalla fine degli anni '60 in poi.
La Biblioteca fa parte della rete nazionale degli Istituti storici della Resistenza in qualità di ente collegato e aderisce al progetto di portale di storia contemporanea “ToscanaNovecento” promosso dalla rete regionale degli Istituti per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea.
La Biblioteca ha promosso un gran numero di appuntamenti culturali, convegni, seminari, conferenze, e, inoltre, ha dato vita all'omonima casa editrice che ha pubblicato più di 200 volumi in oltre vent'anni di attività, tra i quali il Dizionario biografico degli anarchici italiani e la «Rivista storica dell'anarchismo» (1994­-2004).

Sostieni la Biblioteca

La Biblioteca è gestita dall'omonimo Circolo culturale in collaborazione con l'Associazione amici della Biblioteca F. Serantini ONLUS, che si occupano di promuovere studi e ricerche e di conservare e valorizzare il patrimonio documentario.
Per sostenere le attività si può contribuire inviando una sottoscrizione al seguente conto corrente postale:
IBAN: IT25 Z076 0114 0000 0006 8037 266
codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX
intestato a: Associazione amici della Biblioteca Franco Serantini ONLUS, via I. Bargagna n. 60 – 56124 Pisa
per info: associazione@bfs.it
tel.: ++39 0509711432

Contributi

Il progetto della piattaforma web delle collezioni digitali della Biblioteca Franco Serantini è stato realizzato grazie ad un contributo della Regione Toscana (L.R. 21/2010 “Progetto d'iniziativa regionale 'Biblioteche e archivi nella società dell'informazione e della conoscenza per l'anno 2014”. Decreto dirigenziale n. 4926 del 30/10/2014).
L'allestimento del percorso tematico “Per la libertà: persone ed eventi della storia dell'antifascismo e della Resistenza pisana” è stato realizzato grazie ad un contributo della Regione Toscana (L.R. 7/2014 “Disposizioni per la celebrazione del 70° della Liberazione. Decreto dirigenziale n. 5229 del 13/11/2014).

Licenza d'uso

I contenuti del sito sono rilasciati sotto licenza Creative Commons di tipo Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate, versione 3.0 italiana.
In sintesi, è possibile condividere i contenuti a patto di attribuirne la fonte, non farne un uso commerciale e non modificarli. Per informazioni dettagliate si rimanda al riassunto e al testo integrale della licenza.

Informativa sull'uso dei cookie

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni inviate all'utente dai siti visitati e memorizzate dal browser, per poi essere ritrasmesse agli stessi siti alla successiva visita dell'utente.
Questo sito utilizza sia cookie interni (cookie tecnici indispensabili per l'uso del sito) sia provenienti da terze parti (conseguenti all'uso di servizi esterni).
Puoi bloccare o limitare l'uso dei cookie oppure cancellare quelli già memorizzati attraverso le impostazioni del tuo browser, accedendo alla configurazione sulla privacy nell'apposito menu; a tale proposito, consulta la guida fornita dal produttore del browser che utilizzi. Alcuni browser offrono anche la "navigazione in incognito", che disattiva l'archiviazione dei cookie.

Note sulla realizzazione

La piattaforma è realizzata con il software libero CollectiveAccess, sviluppato dal team Whirl-i-Gig di New York e collaboratori e istituzioni di tutto il mondo. Il design delle icone è di Freepik.
BFS Collezioni digitali è creato dalla BFS edizioni srl, via I. Bargagna n. 60, 56124 Pisa (P. Iva 01196320509). Progettazione e sviluppo informatico a cura di Fabio Tiana ().